Chi Sono

La mia foto
SE VUOI TORNARE BAMBINO QUI SEI NEL POSTO GIUSTO...ENTRA NELLA PAGINA FAVOLIAMO E SCOPRI PERCHè NASCE QUESTO BLOG! IO SONO ARIANNA E QUELLO CHE AMO FARE è SCRIVERE FAVOLE...PER BAMBINI E PER ADULTI...PERCHè AD OGNI ETà SI PUò SOGNARE! NELL'ARCHIVIO TROVERAI TUTTE LE MIE FAVOLE...ALCUNE SONO A PUNTATE ALTRE NO...TUTTE CONTENGONO UN Pò DI ME....E ANCHE UN Pò DI TE... FAVOLIAMO
"TUTTI I GRANDI SONO STATI BAMBINI, MA POCHI DI ESSI SE NE RICORDANO"(IL PICCOLO PRINCIPE)

sabato 2 febbraio 2013

GIù A VALLE

ADESSO CHE SIETE TORNATI FINALMENTE VI RACCONTERò COSA SUCCESSE CONSEGUENTEMENTE!
CI ERAVAMO LASCIATI CON IN SUBBUGLIO MONTEQUASSù PER LA BELVA CHE GIUSTINO AVEVA VEDUTO LAGGIù!

La mattina seguente la paura serpeggiava e nel cuor di nessuno mancava.
Come agire? Che piano seguire?
Ognuno la sua proposta faceva ma nessuna convinceva.
Chi appiccare alla valle il fuoco voleva chi di recarvisi armati pretendeva!
Quel demonio andava fermato altrimenti di Montequassù che ne sarebbe stato?
C'era un terrore generale e tutti parevano star male.
Alla fine fu presa una decisione che pareva almeno un pò dettata dalla ragione.
Quella sera si sarebbero incamminati sulla strada percorsa da Giustino assieme s'intende anche a quel poverino!
Avrebbe mostrato loro la belva giù nella selva. Anche gli altri avrebbero visto così quel demonio lì.
Ovviamente a Giustino credevano tutti, mica era un paese di farabutti. Era conosciuto come un onesto lavoratore e di certo non aveva l'aria di un truffatore.
Loro stessi però dovevano vedere per un piano sostenere!
Così ricolmi di paura cominciarono la loro avventura.
I bimbi e le fanciulle rimasero al villaggio poichè ciò parve saggio.
Partirono gli uomini più vigorosi e non certo poco curiosi; alcune donne li seguirono fermamente, decise a dare il loro contributo coraggiosamente.
Così un piccolo esercito si radunò e alla volta del luogo stabilito marciò.
Non era ancora l'ora prefissata ma assieme l'avrebbero aspettata.
Arrivati sul posto convenuto attesero in un silenzio davvero muto.
Nulla si vedeva nella valle oscura ma cresceva comunque la paura.
Gli orologi segnavano le otto e tutti guardavano di sotto.
"Ecco il demonio laggiù!" bisbigliò Giustino guardando giù.
Tutti di vedere la creatura furono convinti e dal terrore furono avvinti!
Era davvero laggiù quella belva, la si scorgeva chiaramente nella selva...ecco le zampre, la lingua e i denti e le corna sorprendenti.
Si distingueva chiaramente era ovvio che lo vedesse la gente!
Tutti tremavano e mille spiegazioni si davano ma avevano tutte un'unico protagonista ed era il demonio che avevano sotto la vista!
Più scrutavano e più i contorni si delineavano...sì sì era davvero una terrificante creatura come si poteva non averne paura?
Di tornare al villaggio si stabilì per meglio deliberare lì.
Un'assemblea straordinaria fu proclamata per la mattina seguente ma nessuno prese sonno realmente.
Ognuno congetturava e a soluzioni pensava.
Gli abitanti chiusi nelle loro casine tenevano le famigliole vicine. Le porte a chiave avevano serrato e ogni rumore veniva davvero indagato.
Ecco la mattina arrivò e l'assemblea si radunò.
Davvero non si sapeva che fare nemmeno i più saggi un consiglio riuscivano a dare.
La valle non si poteva bruciare perchè quel mostro sarebbe potuto scappare e magari al villaggio arrivare.
Le armi non avrebbero nulla potuto contro un essere così forzuto...
E allora dopo ore di discussione fu presa un'amara decisione: occorreva Montequassù lasciare a altrove andare.
Avrebbero un posto più sicuro trovato e un paese ricreato. Non potevano più stare lì e rischiare così.
Erano tutti in pericolo di vita e scappare pareva l'unica cosa gradita!
Andavano al sicuro messi anziani e piccini perchè non incappassero nel mostro poverini! e non andavano nemmeno gli animali dimenticati perchè non finissero divorati.
Intere famiglie erano pronte a partire con la speranza di poter ancora gioire.
Erano tutti tristi e sconsolati e di lasciare Montequassù davvero costernati.

CHE ACCADDE AGLI ABITANTI DI MONTEQUASSù? SE NE ANDARONO DA LASSù?
VIDERO ANCORA QUELLA CREATURA CHE AVEVA SCATENATO IN LORO LA PAURA?
LI AGGREDì O SE NE RESTò Lì?
COSA FECE AI BAMBINI? LI TRASFORMò IN SPIEDINI?
TROPPE DOMANDE VI STATE FACENDO OGGIDì POICHè PER LE RISPOSTE DOVRETE DOMANI TORNARE QUI!
:)

Nessun commento:

Posta un commento