Chi Sono

La mia foto
SE VUOI TORNARE BAMBINO QUI SEI NEL POSTO GIUSTO...ENTRA NELLA PAGINA FAVOLIAMO E SCOPRI PERCHè NASCE QUESTO BLOG! IO SONO ARIANNA E QUELLO CHE AMO FARE è SCRIVERE FAVOLE...PER BAMBINI E PER ADULTI...PERCHè AD OGNI ETà SI PUò SOGNARE! NELL'ARCHIVIO TROVERAI TUTTE LE MIE FAVOLE...ALCUNE SONO A PUNTATE ALTRE NO...TUTTE CONTENGONO UN Pò DI ME....E ANCHE UN Pò DI TE... FAVOLIAMO
"TUTTI I GRANDI SONO STATI BAMBINI, MA POCHI DI ESSI SE NE RICORDANO"(IL PICCOLO PRINCIPE)

venerdì 1 marzo 2013

CREMINO IL PALADINO

COSì LA DIMORA DELLE FATE AVEVA LASCIATO E LA MISSIONE VERA E PROPRIA INIZIATO!
VEDIAMO CHE SUCCESSE E DOVE SI DIRESSE

Così Cremino cavalcava e ancor di più nella radura si inoltrava.

Intanto a palazzo Re Carlo Biscottino non si riprendeva e neppure nutrirsi voleva.
Senza Serafina era disperato e sempre di più era ammalato.
Giulia Degli Orti di preoccuparsi fingeva ma nella realtà contenta era.
Di liberarsi di entrambi l'occasione gli si prospettava e già il successo pregustava; con ansia aspettava la notizia che tanto sognava.
Voleva che Zannaditigre Serafina uccidesse e sparire la facesse.
Il popolo assieme al suo Re la scomparsa fanciulla piangeva e pace non aveva.

Tornando al nostro paladino, nemmeno la stanchezza fermava quel Cremino!
Il coraggio in lui imperversava e mai lo abbandonava; in più si sentiva incalzato da quella profezia che lo aveva non poco agitato: di tempo poco ne aveva poichè Serafina in pericolo di vita era.
Un folletto doveva trovare prima di alla Montagna della Morte arrivare...ma dove una di quelle creature rintracciare?
Erano sfuggevoli e non certo arrendevoli...e come avrebbe uno di loro convinto a con lui cavalcare e quella missione affrontare?
Fortunatamente il destino ci pensò e al bordo della strada che percorreva Cremino un omino notò...
Era verdino e assai bassino e non vi era neppure un sospetto: era ovvio fosse un folletto!
Un enorme cappello appuntito indossava e vicino ad un albero russava.
In un sonno profondo immerso sembrava e le pantofole rosse di qua e di là ondeggiava.
Era davvero una fortunata occasione in quella situazione.
Cremino giù da cavallo balzò e all'omino piano si accostò.
Sulla piccola spalla gli picchiettò e quello di colpo si destò...per scappare fece ma il paladino per il cappello lo prese: "Ti prego non scappare qualcosa ti devo domandare!"
Il folletto si dimenava e a fuggire in ogni modo provava.
Cremino prese una sgradevole decisione ma necessaria in quell'occasione...
il folletto al tronco dell'albero legò e la situazione gli spiegò...quello all'inizio in tutti i modi si divincolò ma poi davvero emozionato sembrò...
Con attenzione la storia del paladino ascoltava e  a poco a poco si calmava...
Così Cremino il suo racconto terminò e quel folletto così parlò: "Mi chiamo Biancospino e sono un folletto di un villaggio qui vicino...ho deciso di volerti aiutare poichè vedo quanto quella fanciulla sai amare....In cambio però una cosa ti chiederò e se accetterai all'istante ti seguirò!"
"Dimmi pure Biancospino e spero di poter esaudire il tuo desiderio piccino!"
"A causa del vostro nuovo mulino non arriva più acqua fresca al nostro villaggio a voi vicino...non possiamo come prima le nostre attività sbrigare dacchè il fiume avete deciso di deviare...ti aiuterò se ciò avrò: vorrei che tuo Re una soluzione trovasse e l'acqua ci restituisse...
altrimenti di là ce ne dovremo andare ma noi la nostre case non vogliamo lasciare! Lo puoi fare? puoi al Re parlare?
Insomma ci puoi aiutare?"
"Dell'esistenza del vostro villaggio non eravamo a conoscenza.
Mai avremmo deviato il corso di quel fiume lì se avessimo saputo che era un luogo abitato così!
Appena vittorioso tornerò ti giuro che a Re Riccardo Biscottino tutto spiegherò e il vostro problema risolverò!
L'acqua riavrete e in pace vivrete...persino la nostra protezione vi concederemo non appena da questa missione torneremo... quindi possiamo partire? Mi vuoi seguire?
Le fate mi hanno detto mi avresti a vincere Zanneditigre aiutato ma come non me lo hanno spiegato..."
"Certo che ti seguirò, tuo fedele compagno sarò e come sconfiggere quel mostro ti svelerò...
Noi folletti il segreto per vincere gli orchi conosciamo e da generazioni lo custodiamo...al momento opportuno te lo rivelerò, ti giuro che lo farò...forza partiamo visto che a tuo dire molto tempo non abbiamo!"
Cremino sorrise e di aver trovato Biancospino fu davvero felice!
A cavallo anche il folletto caricò e poi a cavalcare ricominciò!

IL SOLE NEL CIELO A SALIRE COMINCIAVA E IL POSTO LA LUNA GLI LASCIAVA...
I NOSTRI CON ANIMO FIERO GALOPPAVANO E LA FORESTA ATTRAVERSAVANO...
DOVE ANDAVANO? VERSO COSA SI INCAMMINAVANO?
A DOMANI SEMPRE QUI PER DIRVI DI QUELLI Lì
:)




1 commento:

  1. Ti ho scoperta tramite Kreattiva e sono tua follower! Ricambia, se vuoi :)
    http://cassandrandbeauty.blogspot.it/

    RispondiElimina